Viewsonic XG2730 Review

Published by Luca Rocchi on 22.12.17
Page:
« 1 2 3 4 (5) 6 »

Qualità immagine

Produttività




Viewsonic equipaggia il monitor XG2730 con un pannello con finitura opaca. Grazie a questo genere di rivestimento non sono presenti riflessi di alcun tipo ed è possibile leggere ed utilizzare il display anche con luce diretta. La riproduzione dei colori è abbastanza fedele tuttavia trattandosi di un pannello TN alcuni colori risultano troppo accesi e saturi. Un discorso analogo lo troviamo applicabile per quanto riguarda il bianco e il nero. Anche qui la riproduzione non è perfetta, mentre il bianco tende leggermente al grigio chiaro, il nero risulta più vicino ad un grigio scuro. Gli angoli di visuale sono in linea alla media dei monitor TN testati fino ad ora. Complessivamente crediamo che la qualità di questo monitor sia piuttosto buona.

Per quanto riguarda le dimensioni crediamo che la diagonale di 27-pollici abbinata ad una risoluzione di 2560 x 1440 sia il giusto compromesso. A nostro parere, per avere una esperienza di utilizzo ideale è necessario posizionarsi ad una distanza di circa 50 o 70 centrimetri dal monitor. Nonostante il Viewsonic XG2730 sia indirizzato principalmente ai videogiocatori, questo monitor risulta molto comodo anche per il multi tasking complice la quantità di spazio a disposizione.


Giochi


Battlefield 1


Grazie alla riproduzione dei colori e al tempo di aggiornamento di 144-hertz con supporto AMD Freesync, questo display è perfetto per FPS single- e multi- player. Su Battlefield 1 il monitor si è dimostrato un ottimo compagno di gioco in grado di offrire buone prestazioni. A causa dell'angolo di visione tipico dei pannelli TN, il livello di dettaglio non è omogeneo su tutta la superfice del display. Abbiamo testato a lungo il Viewsonic XG2730 in spazi aperti e chiusi ottenendo una esperienza di gioco complessivamente buona. Mentre negli spazi aperti con luce chiara e diurna non abbiamo rilevato alcun problema, non possiamo affermare lo stesso per gli spazi chiusi e più bui. In alcuni scenari ci siamo trovati dinanzi ad aree completamente scure e difficili da distinguere. Alcuni elementi più luminosi come porte o finestre invece riescono a risaltare in maniera più precisa lungo la scena. Il tempo di risposta è una caratteristica presa molto in considerazione da parte dei videogiocatori soprattutto nei titoli FPS. Nel caso di monitor con un tempo di risposta non velocissima è possibile notare lievi striature piuttosto fastidiose. Per quanto riguarda il Viewsonic XG2730 non abbiamo rilevato alcun problema di stuttering.


Project Cars 2


Abbiamo ottenuto una esperienza simile anche su Project Cars 2 salvo qualche piccola stranezza legata alla tipologia del pannello stesso. Questo gioco offre scenari piuttosto variegati, infatti è possibile spaziare da corse diurne immerse in tracciati a corse notturne o al chiaro di luna. Come per Battlefield 1, anche in questo ambito abbiamo rilevato alcune difficoltà nelle aree particolarmente scure. Tuttavia utilizzando il display di giorno non vi sono particolari problemi e le impressioni sono decisamente migliori.


AMD Freesync


XG2730 di Viewsonic offre una frequenza di aggiornamento di 144Hz abbinata al supporto con AMD Freesync. Questa tecnologia di casa AMD e l'alternativa a G-Sync di NVIDIA. Il principio di funzionamento è molto semplice, il monitor modifica in maniera dinamica la frequenza di aggiornamento così da raggiungere -ove possibile- il frame rate generato dalla scheda video. Questa procedura evita due fastidiosi problemi come lo stuttering (presente con Vsync on) e il tearing (presente con Vsync off). In aggiunta AMD Freesync dovrebbe ridurre anche la latenza. Per poter beneficiare di AMD Freesync è necessario utilizzare una scheda video compatibile, driver aggiornati e la giusta uscita video sul display. Abbiamo testato AMD Freesync con un gran numero di giochi e la risposta è stata la medesima in tutti i titoli. Complice una gran quantità di impostazioni modificabili crediamo che Battlefield 1 sia il titolo migliore per sfruttare questa tecnologia.


Speakers


Le due casse da 2 Watt sono abbastanza potenti da poter riprodurre i suoni ad un buon volume. Dal momento che non è presente spazio di risonanza non è possibile fare un confronto diretto con le comuni casse da scrivania.



Pagina 1 - Introduzione
Pagina 2 - Caratteristiche
Pagina 3 - Galleria
Pagina 4 - Design / Ergonomia
Pagina 5 - Qualità immagine
Pagina 6 - Conclusioni




comments powered by Disqus

Viewsonic XG2730 Review - Schermo - Reviews - ocaholic