Un clocker spinge Threadripper 2990WX fino a 6GHz

Pochi giorni dopo il lancio ufficiale

Durante la scorsa settimana, AMD ha svelato le CPU Threadripper 2000, composta da 4 modelli. Subito dopo il lancio, diversi clocker si sono dedicati a spingere ai massimi livelli la nuova CPU top di gamma, utilizzando raffreddamenti ad azoto liquido. Al momento la frequenza più alta raggiunta è di IvanCupa, che ha spinto il chip fino a 6GHz.



La seconda generazione di Threadripper, come forse saprete, è divisa in due gruppi: la serie WX e la serie X. La serie WX è pensata per ambienti workstation, mentre la serie X è per utenti enthusiast. Al momento la lineup è composta dal 2990WX da 32 core e 64 thread, il 2970WX da 24 core e 48 thread, dal 2950X da 16 core e 32 thread e dal 2920X da 12 core e 24 thread.

Rispetto alla generazione precedente, AMD ha migliorato la latenza della cache, aumentato la frequenza base e ridotto leggermente il vcore. In termini di TDP, ci troviamo davanti a un limite di 250W per i modelli WX e di 180W per i modelli X.

Subito dopo il lancio ufficiale, diversi clocker hanno spinto Threadripper al limite; il clocker indonesiano IvanCupa ha testato un 2990WX che è stato portato a 5.955GHz sul singolo core. La frequenza è stata raggiunta con una scheda madre MSI MEG X399 con un modulo di memoria G.Skill DDR4 da 8GB.

Il risultato è decisamente interessante, ma non sarà senza dubbio l'unico di queste settimane. Ci aspettiamo infatti un fiorire di nuovi record e benchmark di queste CPU raffreddate ad azoto liquido.





Source: KitGuru


News by Luca Rocchi and Marc Büchel - German Translation by Marc Büchel - Italian Translation by Francesco Daghini


Previous article - Next article
comments powered by Disqus
Un clocker spinge Threadripper 2990WX fino a 6GHz - AMD - News - ocaholic